Sii ciò che sei, credi in ciò che fai, ricordati che non sei solo, e non sbaglierai mai

L’antidoto contro cinquanta nemici è un amico. (Aristotele)

Quante volte abbiamo bisogno di un supporto, di qualcuno che ci aiuti a risolvere i problemi, che ci dia sostegno nei momenti di difficoltà.
Non si può conoscere la risposta a tutto, non è umano. Spesso abbiamo bisogno di un amico, di qualcuno che ci dica cosa fare, che ci dia una spinta, un semplice consiglio, che ci indichi la strada da percorrere.
Ogni uomo nell’arco della sua vita, cerca l’autorealizzazione, la famiglia, il successo, la felicità.
La cosa comune a tutte queste, è che non si trovano, se si è da soli.
L’autorealizzazione non ha senso, se nessuno c’è a dirti che sei stato bravo, il successo non ha senso se nessuno è li a vedere che ce l’hai fatta. La famiglia non esisterebbe se non ci fossero le persone che ami, la felicità non esisterebbe se non si potesse condividere con qualcun altro.
La verità, quindi, è che da soli non si arriva da nessuna parte.
I più grandi successi della storia sono arrivati grazie alle intuizioni di grandi uomini, uomini che hanno saputo costruire dove altri avevano distrutto, che sono riusciti, dove altri avevano fallito, che hanno visto ciò che altri non potevano vedere.
Ma non è stato quel singolo uomo a trovare la strada giusta, è stato il gruppo, sono stati gli amici di cui si è circondato, coloro che hanno creduto in ciò che faceva.

Gustave Flaubert, riteneva che l’ unica cosa da tenere bene a mente, è che il successo è una semplice conseguenza, e non un obiettivo.

Personalmente diffido da chi mi dice di saper cosa fare, credo invece, a chi con umiltà cerca insieme a me la risposta al mio problema.
Ritengo che il successo si basi su 4 elementi: la felicità, il duro lavoro, l’umiltà e la determinazione.

La felicità è alla base di tutto, non c’è successo se nella propria vita non si fa ciò che si desidera (Henry David Thoreau), non c’è successo se non si ama il proprio lavoro.

Non c’è successo senza sacrifici, se non c’è impegno. Stephen King riteneva che: Il talento da solo vale poco. Ciò che separa il talentuoso dalla persona di successo è il duro lavoro.

L’ umiltà, sempre. Non esistono amici se non si è umili, se non c’è collaborazione, se si cammina da soli. La presunzione mina ogni possibilità di successo, perché rende soli. Un umiltà che va conservata nei momenti di successo, perche “Ci vuole più umiltà nei nostri momenti di successo che non in quelli di sconfitta.” (John Dewey)

Infine, ma non meno importante, è la determinazione.
“Abbiamo quaranta milioni di ragioni per fallire, ma non una sola scusa.”  (Rudyard Kipling)
Ciò che distingue un uomo dagli altri è la sua capacità di non arrendersi di fronte alle difficoltà.

La strada per raggiunge un obiettivo è davanti ai tuoi occhi, basta semplicemente sapere dove guardare, meglio ancora se c’è qualcuno a consigliarti cosa fare.

Un amico è la cosa più preziosa che tu possa avere, ed anche la cosa migliore che tu possa essere. (Douglas Pagels)

Nel tuo business, per i tuoi problemi, intendiamo essere un amico su cui poter contare.
” Diamo vita ai tuoi sogni, troviamo la soluzione ai tuoi problemi “

Ivan Borghese

Torna indietro

Facebooktwittergoogle_pluslinkedin
Share